Libri

“Questo luogo è un mistero, Daniel, un santuario. Ogni libro, ogni volume che vedi possiede un’anima, l’anima di chi lo ha scritto e l’anima di coloro che lo hanno letto, di chi ha vissuto e di chi ha sognato grazie ad esso. Ogni volta che un libro cambia proprietario, ogni volta che un nuovo sguardo ne sfiora le pagine, il suo spirito acquista forza.”

[L’ombra del vento]

Ho sempre cercato quel genere di libri pieni di emozioni, che portano con sè un segreto a volte molto simile al nostro, che raccontano emozioni quotidiane, emozioni che parlano di vita, di sogni, di avventura. Ho sempre cercato quei libri che in qualche modo riescono anche a parlare al posto nostro, che ci fanno ritrovare nei momenti di una storia e ci fanno entrare in sensazioni che proviamo o sognamo di provare.

Si impara a leggere spesso per necessità più che per piacere, inizialmente pare essere l’unico modo per fuggire dalla realtà. Fuggire non per paura ma per la voglia di mille cose nuove e meravigliose, leggendo lasciamo libera la mente di ritrovarsi sempre in storie o mondi diversi che nutrono l’anima. Credo che arricchendo la fantasia ogni giorno possa essere riempito con qualcosa di migliore.

Più si conoscono i libri, più ci si entra dentro e più cresce la voglia ogni giorno di un libro nuovo, diventa così la lettura un bellissimo e quotidiano piacere. Passerei ore nelle librerie a sentire il profumo delle pagine e a leggere i retro delle copertine per capire se un libro può fare per me; non sono mai veloce a scegliere, capita il “colpo di fulmine” o l’enorme indecisione, ma la cosa certa è che ogni volta che passo in una libreria esco con un libro nuovo e se solo non mi trattenessi…non sarebbe mai solo uno.

Ogni lettore quando legge, legge un pò anche se stesso. Ci ritroviamo in racconti che sembrano conoscerci meglio di noi e che trovano le parole che a noi mancano sempre. Ci ritroviamo in racconti che sembra parlino della nostra vita, del nostro momento, della nostra situazione, sembrano raccontarci. E il leggerci non può che spesso aiutarci ad affrontare le nostre “avventure”.

Ogni volta che viaggio c’è un libro che mi accompagna e ogni volta che rientro a casa, conserva il profumo di quel mare, quell’aria e quel posto, ritrovo sulle pagine granelli di sabbia o macchie di crema, sono libri vissuti e sono la compagnia più bella nei momenti vuoti.

Leggere un libro non è uscire dal mondo, ma entrare nel mondo, qualsiasi nuovo mondo, semplicemente attraverso un altro ingresso.

Penso che un bel libro sia il regalo più bello che si possa fare ad una persona.

 

Recent Posts

LASCIA UN TUO COMMENTO:

Showing 2 comments
  • Avatar
    José
    Rispondi

    Bellissima riflessione:). Hai pensato a scrivere un livro?, lo farei benissimo di sicuro: Sullo Sport, il mare o qualche altre cose. Buonaserata.

Leave a Comment