Parole intraducibili

Ci sono termini di alcune lingue straniere che riescono, con poche lettere, a esprimere quello che non riusciremmo a comunicare neanche con una frase.

Tim Lomas, docente di Psicologia della University of East London, ha creato una lista di parole non traducibili, che raccontano 
uno stato d’animo o un’esperienza positiva in lingue diverse, come il giapponese, l’arabo, il portoghese o l’inuit. Un vocabolario della felicità, in continua evoluzione.

Trovare la semplicità per esprimere un concetto non banale penso sia una delle cose più belle che dovremmo adottare in ogni azione nelle nostre giornate.
Vi metto qualche esempio di alcune parole che a me sono particolarmente piaciute.

WABI-SABI (GIAPPONESE) – “Apprezzamento per la bellezza transitoria e imperfetta, come lo splendore fugace dei fiori di ciliegio”.
La vera bellezza non è mai perfetta. Si fa attendere, ma quando c’è riempie gli occhi. Apprezziamo il dettaglio dell’imperfezione.

GJENSYNSGLEDE (NORVEGESE) – “La gioia di rincontrare qualcuno dopo molto tempo.”
Ore, giorni o anni. Non importa quanto tempo, la mancanza si sente. E quando finalmente arriva l’abbraccio, ci scoppia il cuore.

GUMESSERVI (TURCO) – “Il riflesso della luna sull’acqua.”
Malinconico, ovvio; ma anche romantico, molto. Quante domande alla Luna. Quante sere d’estate accompagnate dal suo riflesso.

MEPAK (SERBO) – “Il piacere delle piccole cose.”
La felicità? Non dipende dai grandi avvenimenti della vita ma dalle piccole esperienze. Mangiare cioccolato, accarezzare un cane, prenotare un viaggio, tenersi la mano.

NUNCHI (COREANO) –  “Capacità di interpretare gli sguardi e di leggere le emozioni altrui.”
Per capirsi spesso basta il linguaggio non verbale. Bisogna saper osservare. Uno sguardo diverso o un respiro profondo dicono molto più di una parola.

E infine la mia parola preferita:

KILIG (TAGALOG) – “Sentire le farfalle nello stomaco, quando si è in presenza di qualcuno che ci piace.”
Una delle sensazioni più belle del mondo. Semplicemente innamorarsi.

Non pensate che tutte queste parole siano meravigliose?

La semplicità vince sempre.

Recent Posts

LASCIA UN TUO COMMENTO:

Comments
  • Avatar
    Giovanni
    Rispondi

    Resta come sei sempre. Sei un inguaribile romantica, la semplicità vince sempre

Leave a Comment